Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for ottobre 2009

cipollasmall2_3

Img_2736

Recensione ristorante.

A cavallo tra le province di Cuneo e Imperia, immersi nel verde , per una salutare passeggiata, magari alla ricerca di qualche fungo pregiato in pineta o tra i boschi circostanti: in realtà tutte scuse per poi infilarsi in un paio di locali dall’atmosfera quasi alpina.
Il suggerimento è questo : un paio di bicchieri alla Vineria della Posta giù, all’inizio della zona pedonale di Ormea, e poi su, a tavola da Lorenzina , piazzato proprio su al Colle di Nava, nel paese della lavanda.

(altro…)

Annunci

Read Full Post »

blue_16_20

Img_2736

Recensione ristorante.

Ci è piaciuto molto il Pomiroeu. Anche più di quanto ci aspettavamo.

Ci è piaciuto il locale, elegante ed accogliente. Caldo, con soffitto a travi e pavimenti in parquet all’interno e con un dehors estivo che, quando la stagione lo consente, costituisce un plus irrinunciabile.

Ci è piaciuta l’accoglienza che Giancarlo Morelli, chef/patron e anima del locale, insieme alla moglie Alessandra, ed il personale di sala, tra cui Samuele Zanutto e la brava sommelier Taeko Nishikawa, riservano senza distinzioni tanto al cliente abituale che all’avventore di passaggio.

Ci è piaciuta la mise en place, raffinata, con tovaglie di lino, posate d’argento, calici di cristallo e ricercati elementi decorativi

Ci è piaciuta la carta, rispettosa del territorio e della stagionalità, come sempre deve essere.

E soprattutto, ovviamente, ci è piaciuta la linea di cucina. Senza voli pindarici ma assai gustosa ed equilibrata ed in cui non mancano tecnica e talento.

A cominciare dal benvenuto della cucina costituito da dei bocconcini di vitello e guanciale affumicato su crema di castagne e olio alla vaniglia. Assai intrigante, ne avremmo mangiato una vagonata.

Quindi tagliolini di pasta all’uovo con pesto e porcini, carpaccio di funghi e sfoglie di grana. Piatto di materia prima ben eseguito, ma che ha risentito a nostro avviso della qualità dei funghi, non proprio “da capriole”.

Assai convincente, invece, il cannolo di pasta farcito alla carne morbida di fattoria con crema di foie gras e tartufo nero. Piatto golosissimo che mantiene quello che promette: succulenza, grassezza, un vero attentato alle nostre papille gustative.

Ma il meglio deve ancora venire. Riso Carnaroli selezione “Antica Riseria Motta” al petto e coscia di quaglia croccante, uva di Corinto. Cottura perfetta, mantecatura grandiosa, quaglia perfettamente integrata. Uno dei migliori risotti mangiati quest’anno. E non ne abbiamo mangiati pochi.

Il livello resta alto anche con lo stinco di maialino da latte glassato alla paprika con biete e salsa alla birra scura. Salsa perfettamente tirata, carne di notevole tenerezza e l’aroma di paprika a completare nel migliore dei modi un piatto assai riuscito.

Da 16 pieno anche il dessert, costituito da un parfait di fichi e crema alla grappa, ( in apertura ) servito con accanto una golosa composta di fichi. Interessante, nuovo, fresco.

Carta dei vini ben strutturata anche se con qualche ricarico eccessivo.

Un locale molto interessante, in una parola: goloso. Si esce con la voglia di ritornare presto. E’ necessario aggiungere altro?

Ad Majora

(altro…)

Read Full Post »

red_17_20

Img_2739

Recensione ristorante.

Andreas Caminada è molto bravo!
Sarà lui il prossimo Tre Stelle Elvetico?

In Svizzera è considerato il miglior giovane chef, ad incontrarlo di persona colpisce per la sua pacatezza ed il sorriso gentile. Tecnicamente molto preparato, riesce a usare tecniche innovative anche in piatti che potrebbero essere considerati a tutti gli effetti tradizionali.

Relais e ristorante sono ospitate in una dimora storica, la cui austerità vagamente teutonica è ingentilita da una profusione di rampicanti e dal piccolo ma curatissimo giardino ornato da installazioni contemporanee e fiori. L’atmosfera bucolica e la splendida giornata di ottobre ci spingono a scegliere la terrazza per l’aperitivo prima ed il caffè a fin pasto.

(altro…)

Read Full Post »

blue_16_20

Img_2736

Recensione ristorante.

Il Don Alfonso è uno di quei templi della ristorazione italiana cui accostarsi con un rispetto ed un’ammirazione pari al mito che oramai incarna questa laboriosa e commendevole famiglia.
La loro casa è aperta al mondo dal 1973 e sin da allora è stata così devota al culto della mediterraneità e della tradizione da rivestirne ormai, come nessun altro, il ruolo di ambasciatore in Italia e nel mondo.

(altro…)

Read Full Post »

blue_15_20

Img_2736

Recensione ristorante.

La darsena di Imperia, pardon, di Oneglia per essere precisi.
Dall’altra parte, a Porto Maurizio, sta nascendo uno dei porti turistici più grandi dell’intero Mediterraneo.
Da questa parte, la piccola darsena un tempo dedicata allo scarico merci per le grandi aziende e al pescato giornaliero comincia a far prendere confidenza la cittadinanza con la ricca clientela che scende dagli yacht.
Da una parte la sfilata di yacht e di pescherecci, dall’altra l’infilata delle antiche abitazioni dei pescatori.
Sotto il lungo portico, una sequenza di locali di ogni genere .
Tra di essi emerge immediatamente il candore nuziale del dehors dell’Agrodolce : il miglior ristorante della città .

(altro…)

Read Full Post »

cipollasmall2_3

Img_2736

Recensione ristorante.

Siamo nella bellissima isola di Ischia, quella vera.
Lontani dalle orde di turisti che, vicino al mare, consumano improbabili spaghetti allo scoglio e fritture di calamari scongelati.
Ischia, quella vera, da sempre contadina e non marinara. Sembra un paradosso, circondata com’è dalle acque blu e vicino ai golfi tra i più belli del mondo. Ma è così. Splendido mare e cucina di terra, come in Grecia.

(altro…)

Read Full Post »

cipolla1_3

Img_2736

Recensione ristorante.

Siamo a Campagna, frazione di Arona, posta sul crinale del Vergante e vicinissima alla imponente statua di San Carlo di Borromeo. Luogo dove recarsi in cerca di fresco nelle calde e afose serate estive sul lago Maggiore. Un luogo immerso tra glicini e platani da sempre ritrovo per gli aronesi. Un luogo recuperato e ristrutturato nei primi anni 90. Una trattoria semplice, ben impostata, ma con notevoli ambizioni , tanto da voler proporre una cucina più ricercata, di qualità maggiore.

(altro…)

Read Full Post »

Older Posts »