Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for novembre 2009

blue_14_20

Img_2736

Recensione ristorante.

Fa piacere di tanto in tanto pranzare in un buon ristorante quasi pieno anche a pranzo. Sono casi rari ormai.
Certo, questa Oca Ciuca si trova ben piazzata, al centro di una laboriosa cittadina di provincia, per giunta a due passi da una delle più belle piazza d’Italia, ma senza pizze, toast e insalate non è comunque semplice tirare avanti.

Invece qui , grazie al concreto rusticismo civilizzato della cucina di Fulvia, sembra che le cose vadano piuttosto bene. Per gli animali di cascina invece no. Per loro questo è da considerarsi un luogo pericolosissimo. Per oche, anatre, conigli, maiali, mucche e pure per i cavalli non c’è via di scampo. Qui finiscono irrimediabilmente tutti in padella.

(altro…)

Annunci

Read Full Post »

Senza valutazione.

Img_2736

“Tutti gli Associati a Passione Gourmet hanno deciso di dedicare la pubblicazione della recensione numero 100 a Ezio Santin che ha annunciato il suo prossimo disimpegno dalle cucine dell’Antica Osteria del Ponte di Cassinetta di Lugagnano. Un maestro di stile e di raffinatezza applicata alla cucina contemporanea a cui noi tutti dobbiamo qualche spicchio di felicità. Grazie Mille Ezio! “

Il Presidente

(altro…)

Read Full Post »

red_15_20

Img_2736

Recensione ristorante.

Cosa deve avere un ristorante per essere considerato un grande ristorante? Deve avere una ottima cucina, soprattutto continuità e costanza, a qualunque livello si ponga. Deve essere confortevole nell’aspetto e quindi curato e ben arredato e accogliente nel servizio, disponibile, attento e cordiale. Possibilmente avere la fortuna di essere in un luogo interessante ed affascinante.

(altro…)

Read Full Post »

red_19_20

Img_2736

Recensione ristorante.

Festeggiamo la cucina dei Roca hermanos!
La più amata dagli italiani.
E finalmente anche dagli spagnoli.
Mai si è vista una simile convergenza di pareri entusiasti su un ristorante straniero da parte dei clienti del nostro paese, così spesso affezionati a usi, gusti e costumi italici.
Non ricordiamo di aver mai visto, letto o ascoltato lamentele dopo un passaggio da Girona.
Anche la Spagna e la Francia ora li pongono finalmente ai vertici assoluti.

(altro…)

Read Full Post »

red_15_20

Img_2736

Recensione ristorante.

Per una buona oretta l’ho vista brutta .
Poi la serata è girata nel verso giusto, o quasi.
Perché, per quante se ne vivano, ogni volta è ovviamente diversa.
Perché se la prima cosa mangiabile arriva al tavolo dopo 50 minuti dal momento in cui ti sei seduto, specie se al tavolo sei solo, di pazienza ne devi aver messa via parecchio per l’evenienza. Specialmente in Spagna, dove aprono alle nove e i menù sono spesso interminabili.
Tre stelle?
Dalla vetrata vista mare ne ho viste anche di più!

(altro…)

Read Full Post »

red_16_20

Img_2736

Recensione ristorante.

A Lonigo si respira l’aria della grande Maison: è forse questo il primo pregio della Peca, la sensazione del ristorante di famiglia, della “casata”, di una struttura ben solida.
Infatti la Peca, magnifico ristorante tutto legno e vetri con cantina a vista e splendido panorama sulle campagne di Lonigo, a pochi passi dalla Chiesa medievale di S. Daniele, è un tempio che i Portinari, Nicola e Pierluigi in primis,hanno consacrato al benessere del cliente.
La calorosa accoglienza della moglie di Pierluigi,la luminosa sala al primo piano che attende i fortunati avventori,la grande professionalità che traspare da tanti particolari, permetteranno a chiunque di fare un’esperienza a tutto tondo davvero significativa.

 

(altro…)

Read Full Post »

red_18_20

Img_2736

Recensione ristorante.

Siamo ad Orta San Giulio, nel cuore dell’alto Piemonte, e questa villa fiabesca, in stile moresco, altro non è che la realizzazione del sogno di un innamorato dell’Oriente. Si chiamava Cristoforo Benigno Crespi. Incantato dal fascino di Baghdad, dove comperava partite di cotone, si fece costruire nel 1879 una villa immersa in un parco degradante verso quel Lago dall’aria balsamica frequentato in gioventù, il lago d’Orta appunto. In questa stupenda villa oggi un giovane chef, Antonino Cannavacciuolo, esprime il suo talento con una cucina interessante, fine, persistente, frutto della contaminazione tra la sua anima partenopea e l’alto Piemonte, contesto in cui oggi lavora ed ha scelto di vivere e dove si è innamorato.

(altro…)

Read Full Post »

Older Posts »