Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for luglio 2010

blue_14_20

Img_2736

Recensione ristorante.

Ravello è splendida, sempre. Di inverno con l’aria frizzante che si respira a 350 metri di altezza, d’estate con i declivi della Costiera in fiore. Un paese di duemila abitanti o poco più annovera ben quattro alberghi 5* lusso, oltre ad una serie considereveole di accoglienti strutture da far impallidire l’intera provincia salernitana. Il motivo? Salite per questi tornanti e lo capirete.
Una perla che fa strabuzzare gli occhi di chi non è abituato a simili paesaggi, ma noi, una sera di inizio luglio, sebbene il nostro senso estetico fosse stato ampiamente ricompensato, abbiamo avuto una sensazione di inappagamento.

(altro…)

Annunci

Read Full Post »

blue_14_20

Img_2736

Recensione ristorante.

C’è una fascia di ristorazione in Italia che potremmo definire “Antica”.
Normalmente è gestita su base familiare e caratterizzata da un certo lusso – a volte dèmodè, a volte meno – degli ambienti. Il servizio è premuroso. Qualche volta si tratta di ristoranti siti in zone caratterizzate da un buon afflusso di (danarosi) turisti stranieri. Da qui la carta dei vini, generalmente ricca e con ricarichi importanti.
Le guide di settore concedono alla categoria buoni punteggi, anche se oggi in molti casi inferiori a qualche anno fa.
Il loro periodo d’oro sono stati gli anni ’80.

(altro…)

Read Full Post »

red_19_20

Img_2736

Recensione ristorante.

Ce l’avevano detto. Massimo Bottura sta attraversando un momento di forma smagliante. Tanti fra gli amici, e talvolta anche fra chi amico non è, ce lo ribadivano con una certa tenacia negli ultimi tempi ma mai ci saremmo immaginati un pranzo di questo livello, un tour de force della goduria dalla continuità quasi irritante, così indisponente da farci accogliere con sollievo un paio di inevitabili (e altrove ai limiti del trascurabile) flessioni che ci hanno permesso di ossigenarci durante quello che è stato un autentico ottovolante gastronomico che ci ha rotto il respiro, un’esperienza non spiegabile con una semplice giornata di grazia.

(altro…)

Read Full Post »

Il Guardiano Del Faro ha deciso di ritornare sul suo faro bretone.
Lo fa all’apice di questa esperienza comune perché ha da sistemare il Faro, gli si è guastata la lampadina. Tornerà ? E chi lo può dire … per ora i naviganti delle acque bretoni ne avranno beneficio, poi si vedrà.
Speriamo di trovare qualche messaggio in una bottiglia.

Alberto Cauzzi

Read Full Post »

blue_15_20

Img_2736

Recensione ristorante.

Una sera d’autunno in Perigord due amici in auto percorrevano strade nebbiose in mezzo ad una fitta pioggerellina. La sera stava calando e la scarsa visibilità aveva fatto perdere loro la giusta direzione. Si trovarono tra boschi e pascoli, attraversando raramente qualche buio villaggio dove ormai anche le vacche avevano fatto rientro nella stalla. Non un anima viva per strada, nessuno che potesse indicar loro la strada da percorrere e non c’erano ancora i navigatori satellitari.
Meglio fermarsi alla prima insegna per chiarirsi le idee davanti ad un piatto caldo e ad un buon vino rosso di Cahors.
L’insegna vecchia e arrugginita apparve dietro una curva, sopra l’ingresso di una abitazione fatta di vecchie pietre e travi di legno.
Restaurant si riusciva ancora a leggere, ma nessun ulteriore dettaglio era visibile. L’usura del tempo aveva nascosto anche il nome del Restaurant.

Toc toc, è aperto? possiamo entrare ?
Si, certo ; rispose la vecchia signora, accomodatevi pure.
E possibile mangiare qualche cosa di caldo?
Naturalmente, sedetevi pure a quel tavolo.
Cosa avete a disposizione questa sera?
In Perigord ? … vediamo: dei funghi, dell’anatra, dei tartufi, del foie gras…
Va bene signora, va benissimo, faccia lei con quello che ha in cucina, grazie mille.

Terminata la cena i due amici chiesero informazioni su come proseguire, e dopo averle ottenute chiesero il conto.

No signori, pas d’addition, voi siete miei ospiti.

Venne loro il sospetto di essere stati riconosciuti.

Grazie signora, ma noi vorremmo pagare il conto. Non è corretto che ce ne andiamo senza pagare , non possiamo mangiare al ristorante senza pagare il conto, e poi, insomma, siamo gli unici due clienti e lei è giusto che abbia il suo compenso per la buona cena che ci ha servito.

Ristorante? No signori, questo non è un ristorante, questa è casa mia e voi siete stati miei ospiti.
Ma come, ma l’insegna!
Ah, si, l’insegna…si, molti anni fa questa casa fu anche un ristorante.

(altro…)

Read Full Post »

blue_16_20

Img_2736

Recensione ristorante.

Ristoratore-Chef-Talent scout-Imprenditore a tutto tondo.
E’ difficile individuare la definizione che più si addice ad Antonello Colonna.
Ognuna di queste calzerebbe a pennello componendone un identikit abbastanza attendibile. Ma, ancora più semplicemente, direi che tutte insieme rendono bene l’idea della vulcanica attività del personaggio ,irrequieto, lungimirante e sempre in tensione verso qualcosa.

(altro…)

Read Full Post »

red_18_20

Img_2736

Recensione ristorante.

Se la cosa più complicata nello scrivere la recensione è trovare il difetto, e se ne viene fuori solo con una boutade, vuol dire che si sta lavorando benino da queste parti.
Senza troppi giri di parole, il Reale è tra le migliori tavole italiane e non solo, e si conferma in ulteriore progresso, perché alla oramai piena consapevolezza dei propri mezzi Niko Romito continua ad abbinare l’entusiasmo e l’originaria voglia di creare piatti sempre molto pensati ma mai inafferrabili.
E sta proprio in questa profondità del suo lavoro sulla tecnica, sulle materie e sulle proprie radici (che intanto si allargano, perché quando uno è curioso legge, viaggia, studia) il segreto del piacere che si prova a venire a Rivisondoli, percorrendo strade molto meno disagevoli di quanto si creda (venendo dalla capitale, i tratti di montagna, da Sulmona in poi sono a 3 corsie; prima c’è l’autostrada).
Un piacere che si rinnova a ogni visita perché si può pescare da una carta piena di “classici” (si fa mica tanto per dire, nonostante la rapidità con cui sono divenuti tali) che si arricchisce ogni anno di qualche nuovo capolavoro, godendo della piacevolezza di un ambiente raccolto e sobriamente elegante, lontano da kitsch moderni e d’antan così frequenti nei pluristellati.

(altro…)

Read Full Post »

Older Posts »